Il progetto satanico ! - Riflessione di Rosario Franza su Mt 4,1-11


 
Testi, conferenze, interviste  di :

  Alberto Maggi

- Clicca Qui

Carlo Maria Martini

- Clicca Qui

- Clicca Qui

Josè Maria Castillo

- Clicca Qui

Vito Mancuso 

- Clicca Qui

Enzo Bianchi

- Clicca Qui

Altri Autori e Testi completi in diversi formati

- Clicca Qui

Appunti di Rosario Franza

- Clicca Qui

Home Page

- Clicca Qui

Torna alla "Buona Parola"

- Clicca Qui


"I giudei, che erano pronti a mettersi a disposizione di un Messia nazionalista in grado di scatenare una guerra contro i romani, rifiuteranno, invece, un Messia portatore di pace e di amore e proponente un grande progetto come la Comunità delle Beatitudini, chiedendone la crocifissione . Ma un progetto, che dia pienezza di vita all'Uomo, non può essere imposto col potere satanico, ma solamente proposto con Amore ."

 

[1]Allora Gesù fu condotto dallo Spirito nel deserto per esser tentato dal diavolo. [2]E dopo aver digiunato quaranta giorni e quaranta notti, ebbe fame. [3]Il tentatore allora gli si accostò e gli disse: «Se sei Figlio di Dio, dì che questi sassi diventino pane». [4]Ma egli rispose: «Sta scritto:

Non di solo pane vivrà l'uomo,
ma di ogni parola che esce dalla bocca di Dio».

[5]Allora il diavolo lo condusse con sé nella città santa, lo depose sul pinnacolo del tempio [6]e gli disse: «Se sei Figlio di Dio, gettati giù, poiché sta scritto:

Ai suoi angeli darà ordini a tuo riguardo,
ed essi ti sorreggeranno con le loro mani,
perché non abbia a urtare contro un sasso il tuo piede».

[7]Gesù gli rispose: «Sta scritto anche:

Non tentare il Signore Dio tuo».

[8]Di nuovo il diavolo lo condusse con sé sopra un monte altissimo e gli mostrò tutti i regni del mondo con la loro gloria e gli disse: [9]«Tutte queste cose io ti darò, se, prostrandoti, mi adorerai». [10]Ma Gesù gli rispose: «Vattene, satana! Sta scritto:

Adora il Signore Dio tuo
e a lui solo rendi culto».

[11]Allora il diavolo lo lasciò ed ecco angeli gli si accostarono e lo servivano. (Mt 4,1-11)

Domenica 5 marzo inizia la Quaresima che ci poterà alla Pasqua, alla Risurrezione  di Gesù ed inizia con un brano del Vangelo secondo Matteo capitolo 4 versetti 1-11 che suscitavano in me una velata irritazione . Mi domandavo se la mia fede dovesse basarsi su favole di tentazioni del diavolo !  Ma non è così, Matteo e Luca propongono un racconto che proviene dalla fonte più antica, il Vangelo dei detti della fonte Q  .

La differenza che maggiormente colpisce tra i due evangelisti è nell'ordine delle tentazioni ed è probabile che l'ordine di Luca, che non presenta una gradazione ascendente, sia l'ordine originale di Q ed è anche molto probabile che Gesù stesso le abbia narrate ai discepoli dopo essere stato riconosciuto da loro come Messia .

Molti esegeti ritengono che l'evangelista Matteo abbia colorito il racconto con immagini proprie della cultura religiosa del tempo ed abbia interpretato la prova storica che Gesù dovette affrontare, alla luce dei testi sacri .  Si inventò un dialogo serrato fra il tentatore ed il Cristo, fatto a base di citazioni bibliche .

Ma le tentazioni rimangono nel testo e sono attuali anche oggi, nel XXI secolo .  Sono le tentazioni che ogni leader conosce :

1 - usare ad esclusivo vantaggio personale le proprie capacità, "Se sei Figlio di Dio, dì che questi sassi diventino pane";

2 -
fare ciò che la gente si aspetta per accrescere il proprio potere personale, i giudei si aspettavano, infatti, un miracolo che confermasse il messia nazionalista discendente del re Davide,"Se sei Figlio di Dio, gettati giù, poiché sta scritto:Ai suoi angeli darà ordini a tuo riguardo";

3 - diventare sempre più potente per esercitare un potere assoluto, non al servizio della comunità, ma ad esclusivo personale vantaggio,"Di nuovo il diavolo lo condusse con sé sopra un monte altissimo e gli mostrò tutti i regni del mondo con la loro gloria e gli disse: «Tutte queste cose io ti darò, se, prostrandoti, mi adorerai»."

Insomma, per l'uomo Gesù di Nazareth che era stato invaso dalla Spirito di Dio durante il suo battesimo ed aveva avuto il mandato di realizzare nel tempo storico che gli apparteneva e nel futuro, il Regno di Dio e la Comunità delle Beatitudini, la tentazione di tradire il suo mandato sarà costante e durerà per tutto il suo ministero, fino alla morte in croce .

Scrive Juan Mateos:<<Si tratta di un confronto tra lo Spirito di Dio in Gesù e satana, per  dimostrare la forza del Messia . Si chiarisce fin dal principio che Gesù non soccomberà a queste tentazioni;>> e ancora:<<Le tre tentazioni anticipano le proposte contrarie al suo messianismo che Gesù andrà respingendo nel corso della sua vita .>>

Nelle conclusioni al commento del brano proposto, così nitidamente si esprime p. Alberto Maggi OSM :<<Rigettando il potere, Gesù è cosciente che la sua vita sarà come quella delle "pecore in mezzo ai lupi"(Mt 10,16), ma sa di poter contare sull'assistenza divina : "ed ecco angeli gli si accostarono e lo servivano"(Mt 4,11). Il diavolo lascia definitivamente la scena, per non comparire più. La sua azione sarà di volta in volta incarnata dagli scribi, i dottori della legge, dai farisei (Mt 16,1; 19,3; 22,18.35) e persino dai discepoli di Gesù, i quali saranno satana e pietre d'inciampo al cammino del Messia (Mt 16,23).>>. 

I giudei, che erano pronti a mettersi a disposizione di un Messia nazionalista in grado di scatenare una guerra contro i romani, rifiuteranno, invece, un Messia portatore di pace e di amore e proponente un grande progetto come la Comunità delle Beatitudini, chiedendone la crocifissione . Ma un progetto, che dia pienezza di vita all'Uomo, non può essere imposto col potere satanico, ma solamente proposto con Amore .

Signore, aiutaci  a rispondere alla tua chiamata di Amore !
<



   
[ la Solidarietà ][ il Sociale ][ la Fede][ Forum ][ Contatti ][ Il blog Solidando ]