Gli avi di Gesù : stranieri, prostitute e pastori ! - Appunti di Rosario Franza su Mt 1, 1-16


 
Testi, conferenze, interviste  di :

  Alberto Maggi

- Clicca Qui

Carlo Maria Martini

- Clicca Qui

- Clicca Qui

Josè Maria Castillo

- Clicca Qui

Vito Mancuso 

- Clicca Qui

Enzo Bianchi

- Clicca Qui

Ortensio da Spinetoli

- Clicca Qui

Altri Autori e Testi completi in diversi formati

- Clicca Qui

Appunti di Rosario Franza

- Clicca Qui

Home Page

- Clicca Qui

Torna alla "Buona Parola"

- Clicca Qui


"Il Nazzareno non è l'immagine di Giuseppe, ma di suo Padre che è Dio ! Ciò corrisponde alla visione teologica di Matteo per il quale la storia di Israele  è quella dell'umanità ! Scrive Juan Maeos :<<Come con Abramo comincia l'Israele etnico, con Gesù comincerà l'Israele universale comprendente l'umanità intera>>."

 

[1]Genealogia di Gesù Cristo figlio di Davide, figlio di Abramo. [2]Abramo generò Isacco, Isacco generò Giacobbe, Giacobbe generò Giuda e i suoi fratelli, [3]Giuda generò Fares e Zara da Tamar, Fares generò Esròm, Esròm generò Aram, [4]Aram generò Aminadàb, Aminadàb generò Naassòn, Naassòn generò Salmòn, [5]Salmòn generò Booz da Racab, Booz generò Obed da Rut, Obed generò Iesse, [6]Iesse generò il re Davide. Davide generò Salomone da quella che era stata la moglie di Urìa, [7]Salomone generò Roboamo, Roboamo generò Abìa, Abìa generò Asàf, [8]Asàf generò Giòsafat, Giòsafat generò Ioram, Ioram generò Ozia, [9]Ozia generò Ioatam, Ioatam generò Acaz, Acaz generò Ezechia, [10]Ezechia generò Manasse, Manasse generò Amos, Amos generò Giosia, [11]Giosia generò Ieconia e i suoi fratelli, al tempo della deportazione in Babilonia. [12]Dopo la deportazione in Babilonia, Ieconia generò Salatiel, Salatiel generò Zorobabèle, [13]Zorobabèle generò Abiùd, Abiùd generò Elìacim, Elìacim generò Azor, [14]Azor generò Sadoc, Sadoc generò Achim, Achim generò Eliùd, [15]Eliùd generò Eleàzar, Eleàzar generò Mattan, Mattan generò Giacobbe, [16]Giacobbe generò Giuseppe, lo sposo di Maria, dalla quale è nato Gesù chiamato Cristo. (Mt 1,1-16)

 

La domenica prima di Natale la liturgia ambrosiana ci propone la genealogia di Gesù di Nazareth, il cui inizio non è, come si potrebbe pensare,  nel versetto 1, "Genealogia di Gesù Cristo figlio di Davide, figlio di Abramo" , questo versetto, infatti, è il titolo del Vangelo secondo Matteo, e descrive sinteticamente la nuova creazione esistente nella persona del Nazzareno, "allude, scrive J. Mateos, al primo giorno dell'antica creazione (Gen 1,5) ora superata da quella che si realizza in Gesù" .

 

La genealogia di Gesù di Nazareth inizia col versetto due e la sua ascendenza comincia con il patriarca Abramo che altro non era che un idolatra convertito e passa per tutte le classi sociali, dai ricchi patriarchi fino al pastore re Davide e, infine, al carpentiere Giuseppe e, cosa  strana, cita anche quattro donne .

 

La donna, in Israele, non aveva nessun diritto e la sua testimonianza non era valida, non era considerata affidabile, come gli animali aveva un prezzo e serviva solo come "contenitore" per fare figli . Delle quattro donne citate, Tamar era una prostituta che costringe Giuda a renderla madre, Rut una straniera, Racab una straniera con l'"aggravante" della prostituzione che favorì l'occupazione di Gerico da parte di Israele e divenne antenata di Davide e infine Betsabea, moglie di Uria, fu trascinata all'adulterio nientemeno che dal re Davide, di cui divenne moglie . Nella  genealogia del Nazzareno c'è l'umanità, quella reale, di cui Gesù fa parte .

 

Nella genealogia è ripetuto il verbo "generare", che nel linguaggio biblico significa non soltanto trasmettere il proprio essere, ma anche il proprio comportamento . Il figlio è per gli ebrei somigliante al padre . Per questo essa si interrompe bruscamente quando afferma : "Giacobbe generò Giuseppe, lo sposo di Maria, dalla quale è nato Gesù chiamato Cristo" .

 

Il Nazzareno non è l'immagine di Giuseppe, ma di suo Padre che è Dio ! Ciò corrisponde alla visione teologica di Matteo per il quale la storia di Israele  è quella dell'umanità ! Scrive Juan Maeos :<<Come con Abramo comincia l'Israele etnico, con Gesù comincerà l'Israele universale comprendente l'umanità intera>>.

 

La divisione poi della genealogia in "settimane di generazioni", permette all'evangelista di indicare in Gesù il Messia che dà inizio alla settima settimana che rappresenta l'epoca finale di Israele e del mondo. L'ottava sarà il futuro . 

      

Nota:
Se vuoi essere informato sulle pubblicazioni di solidando.net  puoi iscriverti gratuitamente  alla newsletter del sito al seguente indirizzo : http://www.solidando.net/newsletter.htm
<


   
[ La Buona Parola ] [ Argomentando ] [ BiblitecAmica ] [ Home Page ]