Il cammino ! - Riflessione di Rosario Franza su Gv 14,1-11


 
Testi, conferenze, interviste  di :

  Alberto Maggi

- Clicca Qui

Carlo Maria Martini

- Clicca Qui

- Clicca Qui

Josè Maria Castillo

- Clicca Qui

Vito Mancuso 

- Clicca Qui

Enzo Bianchi

- Clicca Qui

Altri Autori e Testi completi in diversi formati

- Clicca Qui

Appunti di Rosario Franza

- Clicca Qui

Home Page

- Clicca Qui

Torna alla "Buona Parola"

- Clicca Qui


"Fra Alberto Maggi esprime certezze, alla luce del vangelo di Gesù di Nazareth, che io, però, faccio fatica a comprendere come tali, le accetto come impegno e speranza di modificare il mio personale comportamento e come speranza di Comunità nuove che, con l'esempio, ci indicano l'amore del Padre e, finalmente, il Regno di Dio ."

 

[1]«Non sia turbato il vostro cuore. Abbiate fede in Dio e abbiate fede anche in me. [2]Nella casa del Padre mio vi sono molti posti. Se no, ve l'avrei detto. Io vado a prepararvi un posto; [3]quando sarò andato e vi avrò preparato un posto, ritornerò e vi prenderò con me, perché siate anche voi dove sono io. [4]E del luogo dove io vado, voi conoscete il cammino». [5]Gli disse Tommaso: «Signore, non sappiamo dove vai e come possiamo conoscere il cammino?». [6]Gli disse Gesù: «Io sono il cammino, la verità e la vita. Nessuno viene al Padre se non per mezzo di me. [7]Se conoscete me, conoscerete anche il Padre: fin da ora lo conoscete e lo avete veduto». [8]Gli disse Filippo: «Signore, mostraci il Padre e ci basta». [9]Gli rispose Gesù: «Da tanto tempo sono con voi e tu non mi hai conosciuto, Filippo? Chi ha visto me ha visto il Padre. Come puoi dire: Mostraci il Padre? [10]Non credi che io sono nel Padre e il Padre è in me? Le parole che io vi dico, non le dico da me; ma il Padre che è con me compie le sue opere. [11]Credetemi: io sono nel Padre e il Padre è in me; se non altro, credetelo per le opere stesse.  (Gv 14,1-11)

 

Devo dire la verità: se fossi stato al posto di Tommaso o di Filippo mi sarei dimostrato più incredulo di loro, perché le parole di Gesù sono facili da comprendere soltanto alla luce della sua resurrezione . Il cammino di crescita personale nell'amore di Dio Padre che Egli propone, è talmente grande che riusciamo ad accettarlo solamente come cammino,  come meta ultima della vita . Amare i fratelli con la stessa capacità di amore del Padre è veramente l'Utopia di tutta una vita !

 

Da soli non si riesce ed ecco perché  fra Alberto Maggi scrive:<<Ai discepoli, infatti, non viene richiesto di subentrare a Gesù perché questi torna al Padre, ma di proseguire nell'impegno a favore degli uomini, con la certezza che il Cristo, nella pienezza della condizione divina, collaborerà con essi, potenziando la loro attività>> .

 

Gesù segna "il cammino" che il discepolo deve compiere, "«Io sono il cammino, la verità e la vita. Nessuno viene al Padre se non per mezzo di me.",  e questo cammino consiste nella Solidarietà con l'uomo, nel tendere la mano, assieme alla propria Comunità, alla sofferenza dei fratelli

E' l'utopia delle Beatitudini resa possibile dallo Spirito del Cristo risorto presente in noi e conduce alla piena realizzazione della vita definitiva  e Gesù rispondendo all'obiezione di Filippo, " «Signore, mostraci il Padre e ci basta»",   fa riferimento alle opere che ha compiuto, "Le parole che io vi dico, non le dico da me; ma il Padre che è con me compie le sue opere", perché è attraverso  le nostre opere che si incontra Dio Padre .

 

Scrive fra Alberto Maggi:<<Le azioni di Gesù, tutte tendenti a comunicare pienezza di vita, provano che sono le opere del Padre e l'unico criterio di credibilità . Non è la dottrina che garantisce la provenienza divina, ma la pratica di un amore simile a quello del Padre, il Creatore che continuamente alimenta la vita delle sue creature. >>

 

Fra Alberto esprime certezze, alla luce del vangelo di Gesù di Nazareth, che io, però, faccio fatica a comprendere come tali, le accetto come impegno e speranza di modificare il mio personale comportamento e come speranza di Comunità nuove che, con l'esempio, ci indicano l'amore del Padre e, finalmente, il Regno di Dio .

<



   
[ la Solidarietà ][ il Sociale ][ la Fede][ Forum ][ Contatti ][ Il blog Solidando ]