"Appunti di Rosario Franza sul vangelo di Marco"

 
[
La Buona Parola ][ Argomentando ][ BibliotecAmica ][ Home Page ]

 
Testi, conferenze, interviste  di :

  Alberto Maggi

- Clicca Qui

Carlo Maria Martini

- Clicca Qui

- Clicca Qui

Josè Maria Castillo

- Clicca Qui

Vito Mancuso 

- Clicca Qui

Enzo Bianchi

- Clicca Qui

Ortensio da Spinetoli

- Clicca Qui

Altri Autori e Testi completi in diversi formati

- Clicca Qui

Appunti di Rosario Franza

- Clicca Qui

Home Page

- Clicca Qui


 

22/05/2017 Il "prologo" del vangelo di Marco
(Mc 1,1)
Il modello di Gesù non è Davide, re guerriero, ma Dio stesso e la salvezza che egli porta non seguirà la linea della violenza, ma quella dello Spirito di Dio . Marco propone il messaggio del Nazzareno, valido per ogni tempo e per tutti, ma l'esperienza della buona notizia è individuale, dipende dall'accettazione del messaggio e dalla sua realizzazione pratica .
26/0572017 1 - L'invenzione del precursore
Mc 1, 2-8
L'annuncio di Giovanni, come le esortazioni dei profeti, rimaneva nell'ambito dell'antica alleanza . Solo colui che comunica lo Spirito potrà cambiare la situazione in modo definitivo. L'effusione dello Spirito è la caratteristica del tempo finale e questo brano indica la concezione escatologica di Marco, secondo il quale l'escatologia si realizza nella storia .
29/05/2017 2 - Le tentazioni dell'Uomo Gesù !
Mc 1,9-13
Il deserto era il luogo degli agitatori con pretese messianiche e la tentazione tipica del deserto è quella del capo che ama il potere . La tentazione, quindi, vuole indurre Gesù ad adottare un messianismo di violenza per la conquista del potere, ma il Nazzareno non asseconderà l'ideologia zelota né si farà guida delle masse per una ribellione violenta.
31/05/2017 La "cerniera n° 1"
Mc 1,14-15
Dei due elementi della proclamazione di Gesù, "la signoria di Dio" e l'"emendamento della vita", l'uno, la signoria di Dio, non verrà imposto con la forza, né sarà effetto di un folgorante intervento divino nella storia, l'altro, l'"emendamento della vita", si affida alla libera accettazione dell'uomo con le sue contraddizioni .
07/06/2017 3 - Le coppie di fratelli
Mc 1,16-21a
Gesù prosegue il suo cammino verso la città assieme alle coppie di fratelli, " E  andarono a Cafarnao, hanno tutti in comune il loro anticonformismo nei confronti di una società ingiusta e la risposta positiva alla chiamata
15/06/2017 4 - Religione : alienazione dell'uomo
 Mc 1,21b-28
Per Marco lo "spirito immondo", che opprime e spersonalizza l'uomo, non è un agente esterno personale, invisibile e maligno, ma un fattore alienante che impedisce all'uomo di essere se stesso e lo trasforma in un burattino di un'ideologia violenta, quella degli scribi .
06/09/2017 5 - La violenta suocera di Pietro !
Mc 1,29-31
Il legame di parentela tra la suocera e Simone serve a descriverne l'ideologia . L'errore non sta nell'avversare una religione ingiusta, ma nel modo sbagliato in cui lo si fa : la violenza !
14/09/2017 6 - Il primo fallimento di Gesù !
  Mc 1,32-34
In realtà la prima giornata a Cafarnao, raccontata dal Vangelo di Marco, rappresenta per il Messia un fallimento . Egli propone di porre il bene dell'uomo prima della legge, ma non viene capito, né tanto meno accettato.
19/09/2017 7 - Il regno dell'incomprensione !  Mc 1,35-38 Si ripresenta la tentazione del potere . Gesù chiede al Padre che la sua opera, appena iniziata, non fallisca. Il testo dà per scontato che Simone ed i suoi compagni vadano con lui; non viene detto, però, che capiscano o accettano la sua decisione . Regna sovrana l'incomprensione !
26/09/2017 8 - Inizia l'emarginazione di Gesù 
 Mc 1,39-45
La conseguenza la sua marginalizzazione: il Nazzareno che elimina la lebbra diventa impuro per la legge e la religione giudaica ed è costretto a non entrare in nessuna città importante, ma gli emarginati accorrono a Lui !
03/10/2017

9 - I quattro punti cardinali nel perdono di Gesù

 Mc 2,1-13

Un testo pieno di simbolismi evidenzia l'antagonismo  tra la teologia di Gesù e quella giudaica;una composizione che riflette l'esperienza delle prime comunità di Marco formate dagli esclusi di Israele e dai pagani che hanno aderito al Nazzareno.
10/10/2017 10 - Proposta di Gesù e protesta dei teologi

Mc 2,14-17
Gesù, invaso dallo Spirito di Dio, non ha la missione di invitare quelli che si ritengono giusti in base all'osservanza della Legge, ma coloro che soffrono per l'ingiustizia di una Legge  che marginalizza e non riflette la vera immagine di Dio, giustificando così la mancanza di amore.
16/10/2017  11 - La fine del digiuno di espiazione

Mc
2,18-22
"Nessuno mette vino nuovo in otri vecchi; altrimenti il vino spaccherà gli otri e si perdono vino e otri". Il  tentativo di armonizzare il messaggio di Gesù di Nazaret con le categorie giudaiche  è condannato all'insuccesso, troppo radicale il messaggio di Gesù, troppo grande l'amore espresso, che è quello di un uomo che dona la vita per i suoi amici .
24/10/2017 12 - Schiavi dei nuovi farisei ?
Mc 2,23-28
La legge presentava un Dio che assicurava la convivenza reprimendo le tendenze distruttive degli individui; Gesù presenta un Dio che comunica il suo Spirito per potenziare l'uomo. Sta ai discepoli la scelta : l'adesione al Nazzareno con il dono dello Spirito o il permanere, da schiavi, nella legge dei farisei antichi e nuovi .
30/10/2017 13 -  L'ira e la tristezza di Gesù . 
Mc 3,1-7a
Ira e tristezza invadono Gesù di Nazareth; prova ira per il popolo soggiogato da una legge ingiusta che impedisce il suo sviluppo,  tristezza per i farisei che chiamano il male bene ed il bene male . Il bene dell'uomo, non solo è al di sopra della legge, ma è la norma suprema che regge ogni comportamento morale, è il valore assoluto a cui attenersi sempre .
07/11/2017

14 - La Folla che vuole il "miracolo"

Mc 3,7b-12

Giudei e pagani hanno capito che il Nazzareno mette a rischio la sua vita per liberare l'uomo da una religione, un sistema di potere che lo rende schiavo e lo opprime in nome di Dio.
13/11/2017

15 - I "dodici" e il "monte" dell'Umanità

Mc 3,13-19

Questo nuovo "dodici" designa l'Israele messianico nel quale si entra attraverso l'adesione al Nazzareno ed ha una duplice finalità "stare con Gesù" ed "essere inviati a proclamare" . Proclamare il Regno di Dio e creare una società nuova senza più mediazione del tempio e delle antiche istituzioni giudaiche.
21/11/2017 16 - Gesù : Pazzo ed eretico !

Mc 3,20-30
I parenti di Gesù e i sostenitori della religione giudaica, " i suoi", avevano detto che era un pazzo; gli scribi, invece, danno un giudizio teologico: è un nemico di Dio, un uomo posseduto dal demonio, un eretico .
27/11/2017 17 - Il "chiunque" di Gesù .

 Mc 3,31-35
L'unica condizione di appartenenza non è essere giudei, ma il compiere " il disegno di Dio"; Gesù è il centro della Comunità universale, caratteristica sottolineata dal  "chiunque compie" e tuttavia non esercita né si attribuisce, all'incontrario degli attuali cardinali, volontà di dominio ed i suoi seguaci sono uniti a lui da un vincolo di adesione e di amore senza però perdere la loro libertà .
05/12/2017

18 - La morte viene dalla "religione dei cardinali" !  

Mc 4,1-9

Chi non ha il seme della vita, ha sicuramente la morte ed è infatti dalla "religione dei cardinali" che viene la morte civile  . Ognuno deve saper valutare  le proprie responsabilità per il successo o il fallimento del messaggio del Nazzareno in lui .
11/12/2017 19 - Discepoli dal cuore duro .
 
(Mc 4,10-25)

Il detto,"a colui che produce sarà dato e a chi non produce gli toglieranno anche quello che aveva ricevuto", viene utilizzato da Gesù di Nazareth per sottolineare la responsabilità di ciascuno nel proprio sviluppo, occorre praticare ciò che si conosce, perché i seguaci del Nazzareno hanno ricevuto la conoscenza dell'amore illimitato di Dio ed ognuno è responsabile del frutto di questo dono .

22/12/2017

20 - Gesù e la rivoluzione incompresa!

(Mc 4, 26-34)

La parabola del Chicco di Senape è formata da due versetti autentici che provengono dal Gesù storico, diversamente dalla più lunga e ammirata parabola del Buon Samaritano che è stata giudicata una creazione di Luca .  E' veramente il trionfo dei più piccoli ! (da John P. Meir)
06/01/2018 21 - La paura dei "cardinali" !

(Mc 4,35-5,1)
Due domande: La prima,"Perché siete codardi?", mette in evidenza la loro paura di perdere la loro identità nazionale, la loro pretesa superiorità su altri uomini; la seconda domanda, "Ancora non avete fede?", indica che la causa di questa paura è la mancanza di adesione a Gesù .  
17/01/2018 22 - La pace ingiusta non esiste !

(Mc 5,2-10)
La pace è imprescindibile dalla giustizia, ma è possibile ottenere la giustizia senza nessuna violenza né di tipo verbale, né fisico? ... e come cambiare le strutture economiche che determinano l'ingiustizia ? ... Forse sarà necessario insistere nel cambiare i nostri cuori !
22/01/2018 23 - Compassione per gli oppressori e liberazione degli Oppressi !
(Mc 5,11-20)
Esprime Gesù di Nazareth la convinzione, comunicata dallo Spirito, che attraverso la compassione nei confronti dell'oppressore, cessi l'oppressione e lo sfruttamento degli oppressi, realizzando la loro liberazione .
30/01/2018

24 - L'oppressione della religione !

(Mc 5,21-34)

Per la sua impurità la donna pensava di essere esclusa dal rapporto con Dio, ma l'appellativo di "figlia" gli dimostra, invece, che pur avendo violato la legge,è oggetto dell'amore misericordioso di Dio e la "pace" del Nazzareno è opposta al "tormento" della vita precedente alla sua conversione .
06/02/2018 25 - La morta che vive !

(Mc 5,35 -6,1a)

Marco non cita il nome del luogo dove ha operato Gesù,"E uscì da quel luogo" e ciò significa che il racconto vale per tutta la Galilea e, per estensione, per tutta la Giudea ... fino a noi ... dove i cardinali fanno scempio del messaggio di Gesù di Nazareth !

13/02/2018 26 - L'indemoniato, figlio di Maria.

(Mc 6,1b-6)
Gli oppressi rifiutano la libertà e sorprendono il Nazzareno . La religione, gli scribi - cardinali, hanno annullato la personalità degli oppressi e impedito la loro crescita umana e ora che il potere ha deciso che lo Spirito di Dio, che agisce in Gesù, è uno spirito immondo, si associano all'insulto contro lo Spirito Santo .
22/02/2018

27 - Il rifiuto degli apostoli-cardinali 

(Mc 6,7-13)

Le istruzioni date non saranno ascoltate e gli apostoli faranno ciò che Gesù non vuole, un rifiuto che si ripeterà nella storia ad opera dei nostri cari "cardinali", bardati di oro e seta, espressione del loro "amore" per il potere ed il  denaro.
03/03/2018 28 - La morte dell'ultimo profeta

(Mc 6,14-29)
Quanto accaduto a Giovanni anticipa ciò che accadrà a Gesù di Nazareth, ucciso anche lui dal potere della religione giudaica che si servirà del popolo per costringere Pilato a mandarlo a morte (Mc 15,11).
12/03/2018 29 - Il messaggio stravolto dai "cardinali-apostoli" !

(Mc 6,30-33)
Erano stati inviati per entrare in contatto con ogni tipo di persone  senza limitarsi ai soli ebrei, affinché sparissero i loro pregiudizi xenofobi; in tal senso la missione si rivela come un insuccesso. Ancora la storia si ripete, ed il messaggio del Nazzareno viene stravolto anche nei nostri giorni, sia con l'esempio che con le parole, dai  nostri cardinali-apostoli !
24/03/2018 30 - Gesù prega per i Dodici ... e forse anche per i "cardinali" !

( Mc 6,34-46)
Poi sente il bisogno di pregare per loro,"Appena li ebbe congedati, andò sul monte a pregare." : vuole che non falliscano anche questa volta !  ... e forse prega anche per i nostri "cardinali" che ancora  non vogliono capire, ma soprattutto attuare, il messaggio del Nazzareno !
04/05/2018  

31 - La salvezza è fuori dalla religione

(Mc 6,47-56)

Costoro, a differenza dei discepoli, vivono ai margini della religione, senza sinagoghe e dottrine e hanno compreso ed accettato il messaggio solidale ed universale del Nazzareno. L'effetto di tutto ciò, è la salvezza e la vita suscitata dallo Spirito .
09/05/2018
32- La misura dell'amore

(Mc 7,1-23)
La felicità delle persone che vengono in contatto con noi è la misura dell'amore che abbiamo nei confronti di Dio . Non la legge o la separatezza farisaica o cardinalizia .
30/08/2018

33 - La sirofenicia ed il messaggio universale

(Mc 7,24-30)

E' risolto il problema contingente, "Giunta a casa trovò la ragazzina stesa sul letto, e il demonio ne era già uscito", però ancora mancano agli oppressi, "la ragazzina", tanto lo sviluppo umano quanto la pienezza della vita che tutti noi possiamo trovare solamente in Gesù di Nazareth .

   
[ La Buona Parola ][ Argomentando ][ BibliotecAmica ][ Home Page ]