La successione apostolica non è da Cristo !  -  Ortensio da Spinetoli


 
Testi, conferenze, interviste  di :

  Alberto Maggi

- Clicca Qui

Carlo Maria Martini

- Clicca Qui

- Clicca Qui

Josè Maria Castillo

- Clicca Qui

Vito Mancuso 

- Clicca Qui

Enzo Bianchi

- Clicca Qui

Ortensio da Spinetoli

- Clicca Qui

Altri Autori e Testi completi in diversi formati

- Clicca Qui

Appunti di Rosario Franza

- Clicca Qui

Home Page

- Clicca Qui


"Il discorso merita certamente una più ampia e documentata trattazione, ma richiama le conclusioni fondamentali a cui la ricerca biblico - teologica è arrivata . La chiesa andava prendendo anch'essa le strutture che il mondo giudaico o ellenistico le offriva, dimenticando quelle impostale da Cristo."

La chiesa "corpo di Cristo" non indica solo l'appartenenza ad un invisibile capo, ma anche la continuazione della sua attività missionaria e salvifica rimasta interrotta nel tempo . Ciò che Gesù non può realizzare di persona, col suo corpo fisico, lo attua mediante i suoi seguaci, l'intera chiesa, il suo corpo mistico . [...]

Il primato di Dio, di Cristo non sarà mai negato; quello della comunità viene pian piano dimenticato e alla fine cancellato . La chiesa, in origine popolare o democratica, diventa aristocratica - monarchica . Le premesse di un  tale trapasso si trovano già nel nuovo Testamento . [...]

Gli apostoli appaiono come i testimoni autorizzati, coloro che fanno fede sulle cose accadute sin dall'inizio (cfr Lc 1,4). Poteva essere un'accentuazione legittima: il Cristo che la chiesa predica e annunzia è quello che gli apostoli hanno incontrato e col quale hanno parlato, anche se in realtà egli ha compiuto la sua manifestazione davanti a tutto il popolo (cfr. Gv 18, 20-21) .

Paolo per Luca (Atti) è un missionario non un apostolo, perché non ha conosciuto direttamente il Signore  . Si tratta di una preoccupazione storico - apologetica  che diventerà presto una pretesa canonica (o giuridica) .  L'autore della lettera agli efesini (80 d.C.) cerca di rettificare Luca rivendicando l'autorità di Paolo, il grande apostolo delle genti . Cristo non è ancora scomparso e già in primo piano, al suo posto, emergono figure umane, che pur essendo anelli di congiunzione con lui possono anche intralciarne l'immediato o spedito accesso .

In questa gara verso i primi posti ossia verso le testimonianze più autorevoli, nell'area siro -palestinese c'è chi cerca (Matteo e la 1Pt) di far valere le benemerenze di Cefa, passate in second'ordine  o dimenticate da Paolo e da Marco .

Ciò che Gesù aveva sempre temuto nel corso della sua vita pubblica, l'invadenza umana nell'opera divina (cfr. Mt 20,24-28) , e che Paolo aveva combattuto come indebita  appropriazione, vanto che l'uomo si arroga nell'agire di Dio (cfr. 1Cor 1,29), si andava invece verificando nella chiesa .

Ormai la corsa verso gli "uffici", verso gli "incarichi" era aperta . [...]

Il momento determinante in quest'ascesa si ha quando Luca scrive che Paolo aveva lasciato "presbiteri" e "anziani" nelle chiese da lui fondate (At 14,23; cfr. 20,19) . La frase più grave è pronunciata nel discorso di Mileto :<<Badate sempre a  voi stessi e a tutto il gregge, in mezzo al quale lo Spirito santo vi ha costituiti ispettori (episcopoi) per pascere la chiesa del Signore>> (At 20,28) .

Si tratta di una notizia che non risponde a verità, perché riflette un'intenzione che l'apostolo non ha mai avuto . Scrivendo alle "sue" comunità, egli non fa appello ad eventuali responsabili, ma si rivolge a tutti e  attende da tutti il compimento del proprio dovere . Luca invece con tale richiamo ha saldato i legami tra le guide attuali della comunità e la giuda originaria che è Cristo . [...]

Era nato il principio della successione apostolica che subirà ulteriori sviluppi nei secoli futuri .

Il discorso merita certamente una più ampia e documentata trattazione, ma richiama le conclusioni fondamentali a cui la ricerca biblico - teologica è arrivata . La chiesa andava prendendo anch'essa le strutture che il mondo giudaico o ellenistico le offriva, dimenticando quelle impostale da Cristo .

Il testo è tratto da: "Chiesa delle origini - Chiesa del futuro" - Edizioni Borla 1986

Nota
:
Se vuoi essere informato sulle pubblicazioni di solidando.net  puoi iscriverti gratuitamente  alla newsletter del sito al seguente indirizzo : http://www.solidando.net/newsletter.htm
<



   
[ La Buona Parola ] [ Argomentando ] [ BibliotecAmica ] [ Home Page ]