La stupidità di fra Ortensio da Spinetoli ! - Appunti di Rosario Franza
 


 
Testi, conferenze, interviste  di :

  Alberto Maggi

- Clicca Qui

Carlo Maria Martini

- Clicca Qui

- Clicca Qui

Josè Maria Castillo

- Clicca Qui

Vito Mancuso 

- Clicca Qui

Enzo Bianchi

- Clicca Qui

Altri Autori e Testi completi in diversi formati

- Clicca Qui

Appunti di Rosario Franza

- Clicca Qui

Home Page

- Clicca Qui


"Fra Ortensio, in modo intelligente, cerca di far stare insieme la scienza biblica con la tradizione e allora perché "stupido" ? Ma occorre farsene una ragione: il cattolico non pensante è solamente un membro di una setta e quindi senza nessun diritto di elaborare un proprio pensiero !"

Il libro scritto da Ortensio da Spinetoli - Itinerario spirituale di Cristo - Introduzione Generale vol. 1, edito da Cittadella Editrice nel 1971 e acquistato usato su ebay  contiene anche piccole sottolineature e qualche appunto del solerte lettore che mi ha preceduto,  svelando così la sua cultura e collocazione nell'ambito della Chiesa. Speravo fosse un credente pensante in continua ricerca del senso della vita . Mi sbagliavo. E' invece uno degli innumerevoli cattolici pieni di fede non pensanti che interpretano il vangelo in modo letterale credendo alla realtà storica del parto verginale e della concezione per virtù dello Spirito Santo. Infatti nell'introduzione del capitolo terzo annotava a matita in modo sprezzante:"
stupido !"

Penso che quella nota fosse diretta all'autore del libro, fra Ortensio da Spinetoli. Ma perché "stupido" ? Anche io, oggi, anno 2020, avrei qualche critica da fare al frate che scriveva nel 1971. Così quando fra Ortensio scrive:<<La concezione verginale è il segno reale, quasi visibile dell'incarnazione (...). Per questo Gesù è un vero uomo tramite la maternità di Maria, ma è anche, in virtù dello Spirito Santo, un essere venuto da un altro mondo, partecipe di un'esistenza soprannaturale, celeste, divina>>, mi viene quasi da chiudere il libro e piantarla lì, ma il frate è un uomo che si arrende alla verità trovata tramite l'analisi critico-storica delle forme e dei contenuti tanto che poi annota:<<Le testimonianze del nuovo testamento sulla concezione verginale sono formali, ma provengono quasi esclusivamente dai vangeli dell'infanzia; non sono per questo, in partenza, chiare e inequivocabili>> e poi ancora annota:<<L'intento principale o esclusivo di Mt 1,18-25 e  di Lc 1, 26-38 è quindi cristologico: illustrare la figura del messia e i suoi compiti sul piano divino>>, cerca cioè fra Ortensio, in modo intelligente, di far stare insieme la scienza biblica con la tradizione e allora perché "stupido" ? Ma occorre farsene una ragione: il cattolico non pensante è solamente un membro di una setta e quindi senza nessun diritto di elaborare un proprio pensiero !

Fra Ortensio conclude:<<Gli autori evangelici (Mt-Lc) sovrappongono le tesi teologiche ai dati storici che rimangono, anche se impoveriti, con tutta la loro realtà: la sacra famiglia con  i suoi componenti e il loro normale stato giuridico>> e quasi a cercare sostegno segnala che "parte dell'esegesi cattolica va rinunciando al parto prodigioso (anche se non alla concezione) per attribuire a Maria una più equa maternità e un più chiaro evidente rapporto col figlio".

Vorrei aggiungere di mio che non può esistere un dio eteronomo, trinitario, che dall'alto dei cieli feconda una vergine che tale resta anche dopo il parto; un dio che interviene nella storia dell'uomo modificandone gli eventi perché, se così fosse, gli chiederei conto della morte per fame di migliaia di bimbi, ogni giorno della nostra esistenza.

D'altra parte, già nel 1971, Ortensio da Spinetoli faceva notare come le fonti più antiche cioè Paolo e Marco, ma neppure Giovanni, conoscono la concezione secondo lo Spirito Santo e la nascita verginale di Gesù . In ordine all'antichità delle fonti, Paolo scrive della divinità del Nazzareno relazionandola alla sua risurrezione, Marco l'anticipa al suo battesimo, Luca e Matteo al suo concepimento; umilmente, io noto che, ormai nel 2020, sappiamo di far parte di un cosmo in continua evoluzione ed espansione e che Dio, anche se la trascende, è nella creazione e per questo noi siamo in Dio e Dio è in noi e, se vogliamo, possiamo far emergere da noi lo Spirito di Dio orientando la vita verso un ordine ed un bene sempre maggiori, come del resto ha fatto Gesù di Nazareth .

Nota:
Se vuoi essere informato sulle pubblicazioni di solidando.net  puoi iscriverti gratuitamente  alla newsletter del sito al seguente indirizzo : http://www.solidando.net/newsletter.htm
<



   
[ la Solidarietà ][ il Sociale ][ la Fede][ Forum ][ Contatti ][ Il blog Solidando ]