Quali sono i segni dei cardinali per suscitare Fede !? - Josè Maria Castillo




 
Testi, conferenze, interviste  di :

  Alberto Maggi

- Clicca Qui

Carlo Maria Martini

- Clicca Qui

- Clicca Qui

Josè Maria Castillo

- Clicca Qui

Vito Mancuso 

- Clicca Qui

Enzo Bianchi

- Clicca Qui

Altri Autori e Testi completi in diversi formati

- Clicca Qui

Appunti di Rosario Franza

- Clicca Qui

Home Page

- Clicca Qui


"Gesù trasformò in vino ... un'acqua per la religione . Si manifesta così...l'enormità e la pesantezza della religione che, com'è frequente nelle tradizioni religiose dell'umanità, esprime che "la purezza più che la giustizia, s'è trasformata nello strumento cardine della salvezza"

Il vangelo di Giovanni termina il suo racconto con queste parole
:<<Molti altri segni fece Gesù in presenza dei suoi discepoli, ma non sono stati scritti in questo libro. Questi sono stati scritti, perché crediate che Gesù è il Cristo, il Figlio di Dio e perché, credendo, abbiate la vita nel suo nome.>> (Gv 20,30-31)

Così l'ultimo Vangelo riassume ciò che è stata l'attività di Gesù... una serie di "segni", che rimasero scritti perché tali segni producono "fede" e questa fede dà "vita".

Abbiamo pertanto tre parole chiave: "segni","fede" e "vita". [...]

Segni che producevano una profonda esperienza, che è la fede . E con tutto questo, in definitiva, ciò che Gesù voleva era dare vita, affinché la gente avesse una vita piena, degna, sicura, felice .

Perciò curò gli infermi, diede da mangiare agli affamati, accolse gli stranieri e gli esclusi sociali, tratto con rispetto e delicatezza le donne e i bambini, convisse con i peccatori e con gente malvista nella società del suo tempo .

Ma non solo questo. Perché la vita, anche la più sicura e la più degna, giunge al momento in cui si vede limitata, inferma e termina con la morte. Da qui il fatto che Gesù disse molte volte che la vita che egli prometteva  è la vita "eterna", cioè una vita senza limite alcuno, una vita piena, che non finirà nemmeno con la morte, ma che, attraverso la morte, si vedrà trasformata e arriverà alla pienezza totale .

Ebbene, ciò che genera questo meraviglioso progetto, sono i "segni" che Gesù faceva [...] , i segni sono azioni che confermano la presenza di un profeta inviato da Dio e che suscitano la fede (cf. Es 4,1-9). In realtà, si tratta di azioni di Gesù che producevano , in coloro che le vedevano e le vivevano,  un effetto concreto e profondo: davano fede  .  E, mediante la fede, potenziavano e arricchivano la vita delle persone che avevano la gioia e la fortuna di entrare in contatto con tali "segni".  [...]

Quali segni presentano le gerarchie ecclesiastiche di fronte a tante persone che oggi non si sentono attratte a credere nel messaggio che trasmette la Chiesa ?

Tali capi religiosi, sono "profeti" che suscitano la fede nella gente o sono "funzionari" che vivono sull'ortodossia e il prestigio dell'istituzione clericale ? [...]

Il racconto dello sposalizio di Cana (Gv 2,1-11)...(presenta) il primo segno che fece Gesù [...] l'acqua che Gesù trasformò in vino non era acqua per usi domestici o , più propriamente, per usi "profani", cioè non era acqua per la vita (bere, cucinare, lavarsi, irrigare ...), ma si trattava di un'acqua per la religione . Il Vangelo lo indica espressamente:<< Vi erano là sei giare di pietra per la purificazione dei Giudei, contenenti ciascuna da ottanta a centoventi litri>> Gv 2,6 . Pertanto, circa seicento litri d'acqua, in contenitori di pietra .

Si esprime così, in linguaggio metaforico, l'enormità e la pesantezza della religione che, com'è frequente nelle tradizioni religiose dell'umanità, esprime così quel che ho ricordato prima citando un testo calibrato del professor Dodds, e cioè che "la purezza più che la giustizia, s'è trasformata nello strumento cardine della salvezza" . [...]

Di fronte a ciò , Gesù tagliò corto fin dal primo momento della sua attività pubblica . Perciò nella prima occasione che ebbe (secondo Giovanni) soppresse l'acqua della religione e la convertì nel vino, nel generoso vino della vita, segno dell'abbondanza di vita e della gioia di vivere, come l'avevano annunciato gli antichi profeti (Am 9,13; Os 2,24; Gl 4,18; Is 29,17; Ger 31,5)
 

Liberamente tratto da :
"Fuori dalle righe - il comportamento del Cristo"  - Cittadella Editrice  pag. 72 - 73 -74
   
<



   
[ la Solidarietà ][ il Sociale ][ la Fede][ Forum ][ Contatti ][ Il blog Solidando ]