Liberazione: Salvezza gratis ! - Josè Maria Castillo



 
Testi, conferenze, interviste  di :

  Alberto Maggi

- Clicca Qui

Carlo Maria Martini

- Clicca Qui

- Clicca Qui

Josè Maria Castillo

- Clicca Qui

Vito Mancuso 

- Clicca Qui

Enzo Bianchi

- Clicca Qui

Altri Autori e Testi completi in diversi formati

- Clicca Qui

Appunti di Rosario Franza

- Clicca Qui

Home Page

- Clicca Qui


Quando noi cristiani parliamo di salvezza, ci riferiamo all'azione e, perciò, all'intervento di Cristo nella storia, attraverso la fede, cioè attraverso la vita di coloro che combattono per difendere la vita, per potenziarla e renderla degna .

Va da sé che la salvezza di Cristo ha una forza tale che va oltre gli inevitabili limiti di questa vita, ma senza mai dimenticare che la salvezza è autentica soltanto quando inizia a prendere sul serio, e con tutte le sue conseguenze, la vita minacciata e fragile dei figli e delle figlie di questa terra . [...]

Diciamo che la salvezza è trascendente [...] ma bisogna affermare in modo risoluto che "quando si raggiunge storicamente Dio (e la stessa cosa vale quando lo si raggiunge personalmente) non si abbandona l'umanità né si abbandona la storia reale; anzi ci si affonda nelle sue radici; si rende più presente ed efficace ciò che in essi era già effettivamente presente" . Ciò equivale a dire che la salvezza cristiana, o si fonde con la vita e si rende operante nella vita; oppure, al contrario, non si rende presente in nessun modo . [...] e quindi si deve manifestare nel difendere la vita, nel potenziarla, nel renderla degna e ottenere che le persone vivano più felici .

Ma, è chiaro, ciò ha una ricaduta immediata nell'impegno e nella lotta per ottenere che vivano con maggiore sicurezza e dignità coloro cui la vita è maggiormente in pericolo e calpestata: in definitiva , i poveri, i deboli, le vittime della storia .

Qui si colloca, credo, il profondo rapporto tra salvezza e liberazione  . [...]

Abbastanza spesso, quando parliamo della salvezza, ci riferiamo alla salvezza dai peccati, che Cristo ci ha ottenuto con la sua morte . [...] quando si parla di peccato e delle sue conseguenze, molti pensano soltanto alle conseguenze che ciò ha nell'altra vita ossia alla possibilità dell'inferno e alla perdizione eterna . E non si pensa, come si dovrebbe, alle conseguenze che il peccato ha in primo luogo in questa vita . [...]

Secondo Mt 25,31-46, quello che deciderà la sorte degli esseri umani è il comportamento che ciascuno ha avuto con i suoi simili, fino al punto che secondo il testo evangelico, quello di cui si terrà conto, nel momento decisivo, non sarà né la religione, né la fede, né Gesù, né Dio, ma quello che si è fatto o si è omesso di fare dinanzi alla sofferenza umana .

Tutto questo ci dice, a mio parere,  che la salvezza cristiana è, ovviamente, salvezza dal peccato . Proprio per questo però è salvezza non soltanto eterna ma, prima di questo, salvezza storica .

Cioè salvezza che opera e deve essere manifesta in questa vita , concretamente nel difendere e nel rendere più degna la vita per tutti   .

Tratto da "I poveri e la teologia" - Cittadella editrice  
<



   
[ la Solidarietà ][ il Sociale ][ la Fede][ Forum ][ Contatti ][ Il blog Solidando ]