"Profumo di maggio" - poesie di Nina Vazzano



 
Testi, conferenze, interviste  di :

  Alberto Maggi

- Clicca Qui

Carlo Maria Martini

- Clicca Qui

- Clicca Qui

Josè Maria Castillo

- Clicca Qui

Vito Mancuso 

- Clicca Qui

Enzo Bianchi

- Clicca Qui

Altri Autori e Testi completi in diversi formati

- Clicca Qui

Appunti di Rosario Franza

- Clicca Qui

Home Page

- Clicca Qui


"Il 6 marzo 2016 nasce la pagina di Nina Vazzano "Bianco a colori-in silenzio fino a nuovo ordine"  che Nina spiega così :"Questo vuole essere il mio luogo delle parole e dei colori. E' un luogo di condivisione di emozioni, di sentimenti, di esplosione dell'anima." . Vi propongo alcune poesie tratte da questa pagina, sono veramente un profumo dell'anima ." 

 

Vuoi sapere in cosa credo?

Credo in Gesù Cristo

senso del mio essere persona

del mio esserci

del mio vivere

gioire e soffrire.

Credo nella Vita

come dono ricevuto e offerto

credo nella Natura

luogo della mia esistenza

come Madre

da curare e amare

Credo nell'Umanita'

famiglia mia

luogo di incontri

battaglie, delusioni

sconfitte e conquiste

Credo nell'Uomo

Essenza di luce

Riflesso di Infinito

Credo all'"oggi" della storia

luogo e compimento di eternità.

 

Credo nonostante

ogni motivo per non credere

 

Credo con occhi limpidi

cuore aperto

mente vigile.

 

Credo perché la Vita mi abita.

Non se ne può più.

Non se ne può più

di te

che vorresti non lavarti

e vorresti

che io non mi lavassi

perché ami l'odore

della tua pelle

sulla mia

Di te che vorresti

non mi alzassi

per andare

al lavoro

e ti strusci su di me.

Non se ne può più

di te

che non mi fai lavare i piatti

prendendomi di dietro

e alitandomi sul collo

e mi guardi sotto

la gonna

mentre pulisco i lampadari.

Non se ne può più

di te che mi baci sugli occhi

dopo aver messo il rimmel

e mi baci sulle labbra

dopo aver messo il rossetto.

Di te

che fischietti Jovanotti

mi raggiungi nella doccia

e mi fai far tardi.

Non se ne può più

di te

che mi fai ancora arrossire

mandandomi i fiori al lavoro.

Non se ne può più...

dei tuoi giochi

dei tuoi scherzi

di quando mi prendi

in giro se mi arrabbio con te.

Non se ne può più.

So già come andrà a finire

Finirà e non ti avrò detto

che ogni volta che ti ho detto

"Non se ne può più"

volevo dirti "ti amo"

Non la voglio la pace

Voglio amore più che pace.

Non voglio quietiarmi

perché quando lo facessi

sarei morta.

Non voglio la pace

voglio l'amore

per me, per il mondo.

Dopo,

auguratemi pace.

Adesso

non voglio aver pace

E poi
d'improvviso udir
"mio Dio
è così bello baciarti"

Scorre il mio sguardo

Pellicola lenta

Fotogrammi colorati

Bambina fragile

smarrita e indifesa

terremoto e furia

nulla sarei

se tu non fossi stata

guida ai miei passi

compagna e nemica

silente e presente.

Si posa dolce

oggi su di me il tuo sguardo

distante avvolto nella luce...

Mamma

Ho ancora tempo?

Per scavare e rompere il muro

Per arrivare in fondo

Per capire ancora l'incompreso

Ho ancora tempo?

Per vivermi donna

di ogni colore

di ogni costume

nuda o vestita

per vivermi nella mia verità

più profonda

di Donna.



<



   
[ la Solidarietà ][ il Sociale ][ la Fede][ Forum ][ Contatti ][ Il blog Solidando ]