Preti: toglietevi dalla testa l'idea fissa di essere sacri ! - Rosario Franza


 
Testi, conferenze, interviste  di :

  Alberto Maggi

- Clicca Qui

Carlo Maria Martini

- Clicca Qui

- Clicca Qui

Josè Maria Castillo

- Clicca Qui

Vito Mancuso 

- Clicca Qui

Enzo Bianchi

- Clicca Qui

Altri Autori e Testi completi in diversi formati

- Clicca Qui

Appunti di Rosario Franza

- Clicca Qui

Home Page

- Clicca Qui


"Cari preti e vescovi levatevi dalla testa  l'idea fissa che possedete il potere sacro, in virtù del quale avete il diritto di comandare e di essere ubbiditi. Non vogliamo uomini autoritari nelle nostre parrocchie e diocesi, ma uomini carismatici ed evangelici !  Uomini scelti da noi per il loro carisma e per l'esempio evangelico che danno ! "

Più volte ho espresso l'opinione che la mia chiesa cattolica ha la necessità di un profondo cambiamento, ma per comprendere questa affermazione occorre sfatare un mito che dura da tantissimi anni, più di un millennio : i preti, i vescovi, i cardinali e il papa non sono uomini sacri, ma solo uomini che guidano una comunità e questa guida non può basarsi sull'autorità e sul controllo delle coscienze, ma solo sul carisma e sulla capacità di persuadere . 

Parlano del dono dello Spirito, della trasmissione apostolica attraverso l'imposizione delle mani, ma tutto ciò è semplicemente un inganno, così come è inganno la sacralità della loro persona e del loro potere, che esercitano, dicono, per spirito di "servizio" !

Non sono affermazioni campate per aria, perché Gesù entrò in relazione con i suoi discepoli non per mezzo del potere o della sua superiorità, ma grazie al suo esempio .

Scrive Josè M. Castillo : <<... il verbo "obbedire" (ypakoùein)  appare nei vangeli solo tre volte . Quando si dice che "il vento e il mare obbediscono" a Gesù (Mc 4,41 par). Quando lo stesso Gesù dice ai discepoli che , se hanno fede, perfino un albero selvatico (un gelso) obbedirà loro (Lc 17,6).   E quando la gente rimane turbata nel vedere che Gesù " dà ordini agli spiriti immondi e gli obbediscono" (Mc 1,27). >>  . Il Maestro non priva nessun uomo della della sua libertà e il criterio dell'obbedienza, nei Vangeli, è applicato ad elementi inanimati . Come dice Paolo "dove c'è lo Spirito del Signore, c'è libertà"(2Cor 3,17)   .

L'esempio di Gesù si manifesta in modo eclatante nel racconto della lavanda dei piedi (Gv 13,1-20) , dove, al rifiuto di Pietro, in modo netto Gesù esclama:<<Se non ti laverò i piedi non avrai parte con me>> (Gv 13,8b ) . Qui non è tanto in gioco l'umiltà dell'agire, quanto la relazione personale che deve esplicitarsi attraverso l'esempio e non il potere !

Infatti Gesù aggiunge: <<Se dunque io, il Signore e il Maestro, ho lavato i vostri piedi, anche voi dovete lavarvi i piedi gli uni gli altri .Vi ho dato infatti l'esempio, perché come ho fatto io, facciate anche voi. In verità, in verità vi dico: un servo non è più grande del suo padrone, né un apostolo è più grande di chi lo ha mandato. Sapendo queste cose, sarete beati se le metterete in pratica.>> (Gv 13,14-17) .

Dice Gesù: "sarete felici (Beati) se seguirete il mio esempio !" . Al suo progetto etico si aderisce a partire dalla sequela all'esemplarità e non dall'obbedienza al potere . Scrive Josè M. Castillo :<<... il verbo seguire (akolouthein) si utilizza (nei Vangeli) 67 volte per esprimere la relazione tra Gesù e quelli che credono in lui . In 30 casi si tratta della sequela dei discepoli che abitualmente lo accompagnavano .E in 37 occasioni il verbo "seguire" si applica al "popolo" o ad altra gente. >>

Insomma, cari preti e vescovi levatevi dalla testa  l'idea fissa che possedete il potere sacro, in virtù del quale avete il diritto di comandare e di essere ubbiditi. Non vogliamo uomini autoritari nelle nostre parrocchie e diocesi, ma uomini carismatici ed evangelici !  Uomini scelti da noi per il loro carisma e per l'esempio evangelico che danno !

Togliere questa idea fissa dalla testa dei preti, di possedere una sorta di potere sacro, è la prima riforma della Chiesa Cattolica !
 

<



   
[ la Solidarietà ][ il Sociale ][ la Fede][ Forum ][ Contatti ][ Il blog Solidando ]