Lo specchio dell'anima 2016 - Rosario Franza

 
Testi, conferenze, interviste  di :

  Alberto Maggi

- Clicca Qui

Carlo Maria Martini

- Clicca Qui

- Clicca Qui

Josè Maria Castillo

- Clicca Qui

Vito Mancuso 

- Clicca Qui

Enzo Bianchi

- Clicca Qui

Altri Autori e Testi completi in diversi formati

- Clicca Qui

Appunti di Rosario Franza

- Clicca Qui

Poesia
Lo specchio dell'anima

- Clicca Qui

Home Page

- Clicca Qui



 

Idee ...
non hanno occhi da guardare,
né mani da stringere...

"Ho un amico ... Mustafà..."
"Un nero ?"- domandai ...
"No marrone !"- rispose ...

Le idee sono multicolore ...
ti fanno compagnia,
te li porti sempre dentro,
anche quando cammini sotto il sole !

Idee ...
sono la vela della tua barca,
ti guidano, ti sospingono, ti .... amano

27/07/2016

 

 

 

 

IO ...
dico, faccio, voglio, possiedo...

tu ... sei piccolo, invisibile,
scivoli silenzioso come ombra.

IO ...
mangio, bevo, gusto, rido ...

tu ... non esisti,
sei solo incubo evanescente .

 

28/07/2016





 

Finito...

lasciato ai suoi,

un ultimo gesto

di pietà disperata!

 

Lei...

s'è impadronita,

di un lungo, sublime,

momento d'amore .

 

Uno spasimo ... arrocato,

un lungo sospiro,

un'accoglienza totale !

 

Adesso,

un momento bambino,

con un ricordo confuso,

del tempo ...

 

1995 - 06/08/2016 

Lentamente,
ti chini sul mio essere .

La tristezza m'invade
del tempo non vissuto,

dei baci non dati,
delle carezze ... perdute .

Un attimo scandito
dal volo di un gabbiano .
Un attimo ... finito .

Il dolce cercare,
caparbiamente cercare,
tristemente cercare,
un momento ... infinito !

 

09/08/2016

 

 

 

ESSERCI !

Parole già dette,
rancore di gesti dispersi
squarciano il silenzio.

Nostalgia di carezze lontane,
cercando un'aurora
e raggiungendo un tramonto.

I tuoi capelli, nella mia fantasia,
profumavano al vento .

Eppure, ...
ancora ci sei !

11/08/2016

 

Non puoi essere
tagliato dentro
ossa vecchie
e desiderio di volo.

...

Non puoi essere
tagliato dentro
stanchezza spossante
e desiderio di vita .

23/08/2016

 

 

 

Ho smarrito il senso
della mia religione
e non trovo conforto .

Credevo in Dio Padre onnipotente
e non capivo il dolore .
Uomo sacro, che sei di Dio,
dov'è la sua onnipotenza ?
rispondevi: mistero .

Ho smesso di credere
alla tua sacralità
e non trovo conforto.

Celebro io
la mia messa
e non trovo riposo .

Spezzo il pane
verso il vino
e non so se ci sei .

Un dì, ti ho trovato,
nelle bave asciugate
e adesso trovo riposo .

So che ci sei
risorto dal dolore
e adesso trovo conforto.

26/08/2016

 

Senza fine

 

Ho sentito fremere

la tua pelle al vento

e brividi correre

lungo la tua schiena

 

Ho sentito il tuo corpo

uno con il mio

e raccolto il tuo amore

in un bacio senza fine.

02/09/2016

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ho sentito il tuo corpo
uno con il mio
e raccolto il tuo amore
in un bacio senza fine.

02/09/2016

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vorrei che un amore caldo
mi avvolgesse dalla testa ai piedi.

Vorrei che delle braccia come tentacoli
avviluppassero la mia anima
e le dessero i colori del cielo .

Vorrei come rondine a primavera,
sfruttando la brezza leggera
girare, girare e girare
fino a giungere nelle tue braccia.

Vorrei, ma più non voglio ...
il freddo s'è impadronito del mio essere
e senza desideri me ne torno,
nel buio della notte d'inverno,
in un silenzio ormai padrone .

08/09/2016






 

SOLITUDINE !

Dov'è quel silenzio di Dio,
dove sono finite quelle mani giunte 
in trepidante attesa di un cenno ?

Forse non ho bisogno di te 
che neanche ti fai sentire ?
Forse non ho visto il dolore
sparso sulla polvere e le lacrime 
non hanno rigato le guance ?

Più ti chiamo, e più si fa buio,
e mi sembra sia finito il tuo tempo ...
Non sono io il tuo figlio
che può gridare dalla croce: 
perché mi hai abbandonato !?

Con la croce non ho la tua compagnia 
e neanche il tuo silenzio!
Vorrei sentire che tu ci sei...
Vorrei sentire il tuo dolore
tramutarsi in un abbraccio
di profondo amore ... ma così
Tu non ci sei ... O Dio !

09/09/2016

PREGHIERA

Vorrei sorriderle in faccia,
con dolcezza salutare
e lasciarmi andare 
tra le sue braccia,
pensando da aver vissuto 
attimi di felicità 
d'una dimensione del tempo
che mai più sarà .

Vorrei veder la luce,
come dell'alba a primavera, 
ed avere ancora il tempo
di un dolce sorriso,
prima di lasciarvi
nella dimensione 
che più non mi appartiene
e ancora non è.

Vorrei accettare serenamente 
la fine del tempo 
e nel flusso armonioso
di ciò che sarà,
senza fatica, né dolore,
lasciar scivolare 
fino a te, o Dio,
l' anima mia !

12/09/2016

 

Sei il mio amore .

 

Ti ho riempito

di baci e di carezze .

Ho risucchiato ...

la tua anima nella mia

ed insieme, tu ed io,

siamo stati tra le nuvole...

 

Anche adesso, amore mio,

ci perdiamo negli anni

in un amore illogico ed assurdo

come lo siamo io e tu !

 

15/09/2016


VITA .

Nell'isola della vita,
non ci sono fiumi
e neanche torrenti,
l'acqua viene raccolta 
goccia a goccia 
ed è la vita!
Giorno a giorno,
si avvolge nel canto 
e l'amore si arrotola
in corpi incandescenti
e alla vita, 
nella passione,
si genera altra vita !

Nell'isola della vita,
io mi fermo 
in un abbraccio senza fine,
in un bacio che scorre
brividi lungo la schiena, 
ed è ... la vita,
che si trasmette alla vita !

13/09/2016

LO SPECCHIO

La tristezza m'assale
della mia giovinezza,
di ciò che è stato
e più non sarà.

Il corpo cadente
non sorregge la mente
che il desiderio
assurdamente non abbandona .

E tu, specchio maledetto,
mi trasmetti un volto
non più mio ... un volto
che più non riconosco !

Eppure m'invade il languore
del dolce ricordare,
di baci dati al vento,
di carezze al calar della sera ...

17/09/2016

IL CARRETTO

Un piccolo carretto di legno,
che tra gridi di gioia,
ti portava giù, nella valle,
che ormai valle non è.

Saltava ogni tanto una ruota,
e giù, giù per terra,
con ferite rosse alle gambe,
da pantaloni più corti.

Non c'era dolore a fermarti,
che l'allegria tutto copriva
e le risate si sentivano
giù, giù in fondo alla strada .

19/09/2016


AMORI

E le giornate passate
a mirare e rimirare
i baci mai dati
della prima giovinezza .

Coi suoi capelli al vento
e sguardi furtivi,
senza il coraggio
di una parola detta .

Gli amori, senza mai dirlo,
in una struggente passione,
nascevano e finivano
dal mattino alla sera .

20/09/2016



TEMPO

Immagini sospese
si confondono nel presente
per rivivere un tempo
che più non è.

L'ansia copre il volto
di un tempo migliore,
impugnando bandiere
come arma al futuro.

Adesso senza futuro,
rimani tu, da solo,
a ricordare il passato
che più non è .

Riscrivi il presente,
da vivere oggi,
da vivere sempre,
come unico tempo che c'è .

Ricevi un frammento d'amore
per poi donarlo, oggi,
al fratello vicino,
nell'unico tempo che c'è .

20/09/2016
LACRIME !

Basta piangere
lacrime perse.
Basta piangere,
lacrime buttate
nel mare profondo
dello stretto,
odor di salsedine,
speranza di
futuro migliore!
Lacrime di terra,
lacrime dimenticate
tra nebbia e freddo,
sogni svaniti
in una valigia,
alla rinfusa,
così come sono .

22/09/2016








VECCHI

I vecchi,
sanno solo bestemmiare,
li prende l'angoscia
delle cose da fare .

Ai vecchi,
tremano le mani.
Non hanno la forza
di fare all'amore,
hanno soltanto
un desiderio struggente
di dolci carezze
e di baci sognati .

I vecchi,
sanno inizio e fine .
Sanno che ogni speranza,
nasce da chi,
masticando amaro,
prepara la partenza
di un futuro
che non c'è .

Ai vecchi,
brilla negli occhi
la sapienza ormai stanca
di una storia rivista .
Sanno che il denaro
non compra un'ora che va .
Sanno che la forza
diventa debolezza .

I vecchi sanno che i potenti
non durano sempre,
ma conoscono la dignità
d'una battaglia...
nella vita che c'è .

24/09/2016



NOTTE

La luce trapassa il buio,
ma non nasce la voglia
di alzarsi .
Ti piace mescolare
notte e sogni
e sognare fino a quando
luce non c'è .

Dove andrai stanotte
nei sogni ?
Quale luce perforera' gli occhi
della tua fantasia ?
Quale musica ti farà tornare
alla realtà che volevi
fuggire ?

Non basta la notte
a scappare
da una vita sgualcita,
che più senso non ha .
Non basta un sogno a guarire
le ferite,
che ogni giorno ti dà.

Dovrai afferrare l'utopia
dell'unico Cristo
che c'è.
Percorrere i sentieri
polverosi di Galilea,
per abbracciare
il fratello di tutti.

Dovrai gridare forte
nel deserto: Abba',Padre,
dell'unico Padre
che a te tornerà .
Dovrai afferrare la felicità
e perdere ...
la notte di sempre .

25/09/2016

OLTRE ...

Cos'è,
l'immagine riflessa
della tua anima
ch'io non conosco ?

Cos'è,
quel gioco riflesso
di specchi magici
ch'io non vedo ?

Dove sei tu,
dove sono io,
dove siamo noi,
nei tuoi pensieri ?

Pensieri che fuggono
assieme all'anima tua,
che a me si nasconde
e da me rifugge.

Eppure, io
ti ho generato,
anima mia,
nel silenzio più profondo.

Io, ancora ti cerco
e senza smarrirti
più non ti trovo,
dolce anima mia !

Nella tua solitudine
ritrovo,poi,pensieri
e nella fragilità,
la tua forza .

27/09/2016







Quante volte ti domandi
chi sei, dove vai ?
La luna non ti risponde
e nemmeno il sole,
la notte, come sempre,
si alterna al giorno .

Gesù, sei veramente
assieme a tuo Padre ?
Dovresti spiegarmi
perché se ti chiamo
non rispondi !

Lo sai,dovresti
spiegarmi soltanto,
cos'è questa vita piena
ch'io non capisco,
e che tutti trovano !

Oh Cristo! c'è gente
che tortura, sfrutta, uccide,
trovano la vita ?
Io so, non vorrei vederli
mai più, uccidere ...

So, che i morti
non infliggono sofferenza!
Oh Cristo! perché tuo padre
dovrebbe perdonarli
amandoli come figli ?

E io chi sono
che a me non rispondi?
Io so, mi darai vita nuova,
ma non la voglio
accanto alla tortura!

Gesù !
non ho più forza
di porre altre domande .
Fai di me ciò che vuoi,
a te, mio Dio, m'abbandono,
sfinito !

03/10/2016


Mare rosso
come lava di fuoco.
Isola di fantasmi e giganti .
Isola della mia gente
Isola di naviganti .

Il rosso si confonde col blu,
Il verde fa da corona .
Isola di fiori
e di intensi profumi,
Isola d'amori
e ricordi bambini.
Odore di zagara
e vele al vento,
schiuma di mare
che vuole coraggio,
dove alba e tramonto
si confondono
nella linea curva
dell'infinito,
alla ricerca
della mia speranza.

03/10/2016






















AMORE RITROVATO

M'innamoro del volto,
delle forme,degli occhi,
e attraverso di loro,
scruto, da ladro, nell'anima .
Interpreto l'espressione del viso,
la voglia repressa del cuore
e attraverso di lui
mi avvolgo tra le braccia di lei .

Dov'è la mia amata
a lungo lontana ?
Il tempo non passa
del ricordo di lei che più non ho .
Dov'è la morbida bocca
che ancora sogno di baciare
e il seno lieve su cui sognare ?
Dove sei tu, che più non sei ?

M' hanno detto: "la ritroverai,
in una vita che non finisce mai !"

Potrò ancora baciarla,
stringerla, avvolgerla,
in modo che il mio sudore
si mischi al suo, in un unico odore ?

"No !,sarete angeli del cielo"

Oh mia amata !... mai più ti ritroverò !

Eppure, io so,
che ancora proveremo
un senso profondo di unione .
Non avremo più bisogno
di sudare avvolti l'uno nell'altra,
i nostri spiriti danzeranno nel cielo
una danza folle di amore immenso,
e non saremo gli unici a danzare,
ma l'amore danzerà ancora,
in un'unica forma,
che più non si distingue.

03/10/2016

AMORE UMANO !

L'amato all'amata l'amore dà
cercando di lei la felicità,
il suo godimento, la sua libertà.

Amore non ama dominio,
neanche gelosia e contesa .
Amore è dono e nessuna pretesa .

L'Amore, con tale limpidezza,
esprime la più bella purezza
e senza ansia, l'amato all'amata si dà .

L'amore dei due amanti, è simile
a quello di Gesù per noi amati .
Amore condiviso e gioioso.

Senza paura e peccato è la vita
e nell'umano incontriamo il divino,
in lui, nostro fratello Gesù .

In lui che amando, morì per noi !

06/10/2016





AMORE INUMANO

Lei cerca la libertà,
da un maschio che l'aveva
stuprata, montata e fecondata .
Innamorata di un uomo
falsamente gentile,
che all'amore rispose
con prepotenza aggressiva
che umana non è.

Nella braccia il suo bambino,
figlio di tanto odio
che all'amore si dà .
Stanca trascina la vita
in una speranza che non c'è ,
in una violenza continua che ancora è .
Donna derisa,umiliata,calpestata,
donna che "se io non fossi mai nata !"

Donna bella, amabile, gentile,
donna forte e fragile.
Donna che senza di te
la vita mai più non è .
Donna che è nostra madre
e sorella e amante e amata .
Donna, che noi ancora,
non sappiamo o possiamo amare !

06/10/2016


PREGHIERA A MARIA!

Rallegrati Maria,
tuo figlio Gesù
ti accoglie in comunione
col Padre suo .

Rallegrati Maria,
fuori dal mondo,
dov'è miseria e povertà
e deserto nelle città .

Vorrei sapere Maria,
se ancora tu guardi giù,
oppure ti basta lacrimare
da ciò che dolore non ha .

Vorrei sapere Maria,
quanti moriranno ancora,
attraversando un mare,
che mare ormai non è più .

Ogni tanto si parla di te,
che lasci un messaggio quaggiù.
Rallegrati Maria,
di parole non si mangia più.

Rallegrati Maria,
piena di Grazia
il Signore è con te
e forse,ogni un giorno,
è anche con me !

07/10/2016





CHIESA CHE NON È !

Chiesa,
pensavo fosse
l'unico posto
per incontrarlo,
la' dove si offrono
pane e vino .

Chiesa,
ho imparato
dal fare ipocrita,
che forse lui lì non c'è,
se non quando io offro
pane e vino .

Chiesa,
i tuoi cardinali
si vestono di rosso,
colore dello Spirito,
ma dove sono i segni
che lui fece ?

Dov'è
lo storpio guarito
e il lebbroso sanato ?
Dove sono
i poveri sfamati ?
ed i ricchi assetati ?

Chiesa,
forse Gesù ha lasciato
il tabernacolo dorato
del tuo potere,
della tua avidità,
alla ricerca della pietà!

10/10/2016


MANO TESA !

Una mano tesa
a rubare l'elemosina
dove il finto
si confonde col vero

Una mano tesa
a tagliarmi la gola,
da assassino, senza pietà,
oltre il confine dell'umanità.

Una mano tesa
ad offrire pane e vino,
alla speranza che non c'è
nella vita di un assassino!

Una mano tesa
a raccogliere l'utopia
dell'unico uomo, Gesù,
che ancora c'è !

11/10/2016








ANDROIDE !

Una voce metallica
scende nel cuore,
una donna di ferro
che cuore non ha .
Il suo nome:
U due ventitré
esprime emozioni,
ma donna non è .

Puoi darmi un bacio
e stringermi a te ?
Chiamarmi per nome
e scrutare nel cuore ?
Puoi darmi emozioni
che un umano mi dà ?
Puoi piangere lacrime
nel dolore dell'umanità?

Io sono androide
mi chiamo: U due ventitré
costruita per stare con te .
Se vuoi, ti posso amare
e se desideri, abbracciare,
ma non posso piangere
per un'umanità,
che ormai non c'è!

12/10/2016


MOMENTO MAGICO !

Il male ti bucava il cervello
e tu a ripetere le stesse parole .
"A testa mi fa male ...."
e poi con gli occhi supplicanti
"... e che faccio, che faccio"

Un continuo e monotono parlare
che più non m'abbandona .
Lo sguardo degli occhi supplicanti
e sempre le medesime parole :
"A testa mi fa male ...che faccio ..."

Avrei voluto risponderti:
"non posso aiutarti... papà,
non posso aiutarti ...a morire,
non so come fare ..."
nel cuore un'angoscia profonda!

Il ricordo del tempo passato
e mai più ritrovato,
i tuoi occhi supplicanti,
il tuo capo reclinato,
a ridir sempre lo stesso parlare:

"A testa mi fa male ...che faccio ..."

Ed io: "non ci pensare, papà
vedrai, vedrai passerà,
ancora un momento e poi... passerà"
e mentre il cuore piangeva
lacrime amare, i tuoi occhi,
improvvisamente,s'illuminarono
dei momenti passati
che mai più sarebbero tornati .
Tristezza e nostalgia si unirono
in un magico momento che subito si spense :

"A testa mi fa male ... e che faccio ..."

14/10/2016

PREGHIERA

Noi buoni,
preghiamo il nostro Dio nelle chiese,
insensibili ai fratelli affamati,
saremo per primi condannati .

Noi cattivi,
abbiamo rubato, sfruttato, violato,
se aiutiamo i fratelli affamati,
saremo per primi salvati .

Signore Gesù,
da quando sulla terra sei arrivato tu,
hai capovolto il mondo
inaugurando nuove virtù .

Signore Gesù,
percorrendo le strade polverose di Galilea
e morendo sul legno d'una Croce,
hai gridato l'amore per noi con tutta la tua voce .

Padre,
perdona loro perché non sanno ciò che fanno,
Padre, noi buoni e cattivi siamo figli tuoi,
vittime di questo assurdo mondo che tu vuoi .


18/10/2016










TI AMO FIGLIO MIO !

Pazzo, pazzo, pazzo,
gridava Maria:
Tu che sei figlio di Dio,
tu, prima, sei stato figlio mio .
Figlio di Abramo e Davide,
tu, secondo la parola: il Messia .
Adesso pazzo, te ne vai errando
e della legge ti stai beffando .
Hanno deciso di ucciderti, figlio mio,
ma tu sei o non sei figlio di Dio ?

Più che figlio di Dio,
io sono figlio del Padre mio
e loro, gli impuri tra le genti,
loro che del Padre mio
fanno la volontà di Dio,
loro sono i miei veri parenti,
mi sono padre e madre
fratello e sorella,
sono la mia speranza
d'una vita gioiosa e bella !

Rimase folgorata Maria,
e mentre tutti fuggivano
e il figlio suo gridava:
"Mio Dio, mio Dio,
perché mi hai abbandonato !?"
Lei, ai piedi della croce,
piangeva lacrime di sangue
e con il cuore stravolto
dal dolore del figlio di Dio,
lei sussurrava: ti Amo, ti Amo, figlio mio !

19/10/2016
Stranito me ne sto
senza trovare
il bandolo della matassa,
dove iniziare
dove finire
ad osservare una stagione
che sta per morire,
il grigiore d'autunno
i colori appassiti .

Fuori il rumore della vita
incessante si svolge
e sempre meno m'appartiene .
Stanno per finire
le stagioni del tempo
e ancora io spero
che una luce d'infinito
m'avvolga, per sempre,
nella linea ricurva dell'orizzonte .

27/10/2016













In un'ombra mi avvolgo
e in te mi lascio andare .
Rami di albero s'intrecciano
a sfiorare le nuvole
e tu dolcemente ti abbandoni .
Ancora e poi ancora,
riusciremo ad incrociare le dita
senza lasciare spazio
tra il mio è il tuo corpo,
raggiungendo le stelle del cielo .
Ci aspetta, lo sai,
la dimensione della vita
a cui ci aggrappiamo,
in un abbraccio senza fine,
a cercare le nostre anime .

01/11/2016




La fatica m'assale
di un altro giorno
e non mi rendo conto
che è la vita !
La vita che è nata
da te, mamma,
struggente ricordo
di un passato remoto.
Piccola e fragile donna,
eppure così forte e
dolce, ad avvolgermi
con amorevoli parole !

Ancora ti ritroverò
là dove finisce il tempo
e m'accorgo d'esser solo,
ogni giorno di più .

02/11/2016

Sento dentro un ricordo antico
che mi fu madre nella pace,
fra dolci colline e campi arati
fra verde intenso e colore d'oro
fra curve armoniose di archi e campanili.

Poi la madre diventa matrigna
la terra si spezza
le colline ondeggiano
fra terra tremante e case distrutte
fra vite spezzate e sangue rappreso .

Smarrimento e dolore
che accompagna ogni giorno .

03/11/2016









FIGLI !

Il tempo più bello
fu senza libertà e paura
e lei a ridire sempre
il pane mancante .
Era la guerra,
e ad ogni ritorno
un figlio di più,
a cui dar da mangiare .
Figli della guerra
e della fame .
Figli dell'amore
e della paura .

Adesso,
neanche a sperare
si fanno più figli .
Adesso,
il vuoto si riempie
d'una grande solitudine !

07/11/2016


Mani ferme
svitando spolette
a mine vaganti
sul mare spumeggiante .
Forse fu incoscienza
o forse freddezza
o forse fortuna
che ebbe salva la vita .
Poi la giocò con mia madre
come nebbia in pianura,
insieme attesero il sole
per tutta la vita
a diradar foschia .

08/11/2016











In silenzio ascolto
il battito d'ali
ferito della vita .
Il brusio del vento,
ormai trascorso.
S'intravede la tua immagine
riflessa nei miei occhi
e complici
ridiamo del tempo passato,
d'un nulla
che una volta sembrava un macigno
e adesso lievemente
scivola via
senza lasciare traccia
se non di una lieve ilarità,
dolce compagna d'una vita.

I tuoi occhi ancora brillano
e ci sciogliamo
in un semplice abbraccio.
Lontano si ode
il ticchettio della pioggia .

17/11/2016


All'imbrunire,
le ombre si allungano
fino a diventare
fantasmi nella notte .
All'imbrunire,
la tristezza s'impadronisce
di me e di te,
che mi sei compagna.

Lentamente ci avviamo
al rosso tramonto di una sera
e un sorriso complice
ci accompagna
alla fine del giorno .
Ogni notte la tua vicinanza
fugge le ombre
nella vita che trascorre .

Sei tu il senso
del mio tempo presente ?
Mi aggrappo a te
e so che ci sei .
Sento il tuo cuore battere,
il tepore del tuo seno,
e m'abbandono nel tempo infinito
della Trascendenza .

23/11/2016

Lasciami sognare
il tempo,
i baci, le carezze,
e la vita .

Lasciami sognare
altro,
senza solitudine,
e lo spazio .

Lasciami sognare
ancora,
fino a raggiungere il tempo,
dell'infinito.

30/11/2016












Lo sai,
ci siamo a provare la vita,
ci siamo a sognare una vita diversa .
Cadiamo volando sulle nuvole
e le cicatrici rimangono,
rimarginate sul cuore.

Quante volte ho cercato
di avvolgermi tra le tue braccia
e sciogliendomi nel tuo corpo,
ho pensato di svanire
come nebbia tra i colli
che si dirada al mattino .

Vorrei fosse ancora giorno
e fuggire l'angoscia del mondo
che uccidendo stronca ancora la vita .
Vorrei ancora sperare
e disperato mi volgo a guardare
il sangue versato e rappreso .

Ancora, odo il tuo grido,
grido d'aiuto e di rabbia
grido che mi sconvolge la notte
che speravo di amare .
Ancora ripenso al non senso
della vita, che volge alla morte .

E voi, uomini senza pietà,
che siate maledetti !
Voi che tra mercati e mercanti
della morte ne fate commercio .
Puttane senza amore
nel macello dell'umanità

Ma tu, dove sei Dio ?
Dio della vita e dell'amore !
Sarà questa vita il tuo inferno ?
Dio dell'abbandono e del dolore !
Io ti cerco e non ti trovo
e nell'angoscia rimango di te, invano .

Ancora voglio sperare,
e nella speranza avvolgermi di vita !

30/11/2016

Mi piace,
quando dolcemente mi guardi,
io sono i tuoi occhi.

Mi piace,
quando le tue mani mi stringono,
io sono le tue mani .

Mi piace,
quando mi respiri addosso,
io sono il tuo respiro .

Gli occhi, le mani, il respiro,
mi lascio invadere da te
e il mio corpo, aderisce al tuo .

Non sopporto,
il pensiero di me e di te
dispersi nel tutto .

Un fascio di luce
in una dimensione altra
al di là del tempo e dello spazio .

05/12/2016




















Scende la sera giù in pianura
sale la nebbia ad oscurar la luna .
Non si ode fruscio di vento
e le ombre si allungano a sembrare fantasmi .

Sale la nebbia nell'anima nostra,
e nel vivere quotidiano in questa terra .
Fantasmi ci accompagnano soavi tutta la vita
e si diradano di giorno, dopo la notte .

Come pensare a un'anima senza corpo,
a stanche mani che appassiscono sui fianchi ?
Dove saranno, amore, le anime nostre ?
Non danzeranno più alla vita ?

Lasciami sognare ancora
ch'io ti possa abbracciare
e sentire il languore del tuo ventre
e sentire il calore dei tuoi baci .

Lasciami sognare ancora
di vivere una vita ch'io conosco !
Di mani che s'intrecciano a pregare
lungo i fianchi ...dell'Amore .


13/12/2016
PREGHIERA DELL'INDIFFERENZA !

Mi accompagno al trascorrere del tempo .
Mi accorgo di un altro giorno passato.
Cerco le ragioni del mio esistere .
Trovo te, Signore della mia vita .

Ti conoscono nel profondo del mio cuore .
Ti amo nella miseria del vivere quotidiano .
Ti incontro nell'Amore dei fratelli .
Ti patisco nella sofferenza umana .

Dio, che sei come Gesù di Nazareth .
Ti prego per i fratelli che affogano nel mare .
Ti prego per i fratelli che si fanno nelle strade .
Ti prego per i fratelli che sentono la fame .

... e poi, ti prego per me Signore,
dammi la forza di provare, sempre, come te,
la commozione viscerale per la sofferenza
di questa umanità distrutta dalla mia indifferenza !

15/12/2016


Terra amara,
sciroccu, malanova e scuntintizza

Terra arida,
sale e sole cocente .

Terra crudele,
pregiudizi e proposte indecenti .

Terra assassina,
mafia e violenza crescente .

Terra profumata,
di zagara in fiore .

Terra dolce,
bella come le sue donne .

Terra amorevole,
che accoglie attenta il migrante .

Terra di vita,
d'amore e passione bruciante .

Terra ... Mia,
e della mia nostalgia !

15/12/2016

IL DONO DI GIUSEPPE !

Sei albero che protende i suoi rami,
linfa vitale che non finisce .
Sei albero con inciso il mio nome,
e la vita avvolta tra le nuvole .

Lo abbiamo scolpito nell'amore,
mio e tuo nome, Maria e Giuseppe
e adesso ci perdiamo in un sogno
che vaga lentamente, senza meta .

"Non lo volevo il figlio di Dio,
io volevo il figlio dell'amore mio !"
e disperato scendi la valle
attorno al deserto e al Giordano .

Ti resta soltanto un amore puro,
da sembrare quasi disumano,
ma hai donato all'umanità
un grande sogno, Parola e Verità !


18/12/2016




RACCONTANDO IL DOLORE PERDUTO ...

Per quanto noi lo vogliamo negare,
per quanto a noi può sembrare assurdo,
vivere ha sempre un prezzo da pagare,
a volte troviamo qualcuno da amare

Umanità dilaniata da orrori e sofferenza
e le parole non sanno più raccontare
orizzonti di pace e speranza,
unica salvezza: compulsivi momenti d'amore !

Nelle tue braccia trovo accoglienza,
si dileguano, nell'attimo, rancore e rabbia,
nell'atmosfera ovattata di falso silenzio,
di sogni scomparsi e mai più ritrovati .

Lo sai, lo sappiamo, non è questa la felicità .
Ci accompagna il silenzio di sangue versato,
sfruttamento di uomini senza pensiero,
fame che attanaglia lo stomaco e dolore di viscere .

Uomini senza libertà e schiavitù impazzita,
spingono verso il deserto fino al mare,
a cercare la vita, sperando di non trovare morte
e se morte ci fosse, nulla cambia, c'era già !

E noi parliamo di terra violata e di muri
a fermare una marea umana di gente disperata
e cerchiamo nel singolo gesto di alleviare
il dolore atavico di chi ormai gesti non ha .

Dove sei tu, dove sono io, dove siamo noi ?
Abbiamo perso il senso dell'orizzonte
e con l'orizzonte il senso della vita .
Ci rimane soltanto una flebile speranza .

Rinsavire nell'unico Cristo risorto che c'è !

19/12/2016

LA PREGHIERA DELL'ARCOBALENO

Giovanni o chiunque tu sia,
hai scritto una bella poesia
sul progetto di Dio,
e sulla nostra divinità .

Sai, per me che vivo ancora,
ci sono uomini senza Dio, disperati,
per una dose in più,
nello sballo più terribile che ci sia !

Assassini vagano nella notte
ed uccidono per una lurida moneta.
Assassini vagano nel giorno
ed uccidono con parole di pietra.

Vorrei sapere Giovanni,
dov'è la nostra divinità ?
M'hanno strappato il cuore senza pietà,
ne hanno fatto il pasto di cani randagi !

Oh Dio ! Ovunque tu sia
ti prego ancora un'ultima speranza,
d'una semplice vita
nell'arcobaleno dei nostri sogni


23/12/2016
















DOV'È DIO ?

S'intrecciano fili d'oro
e stelle colorate,
luci invadenti di negozi
e strade scivolose di nebbia .
Riti consunti dal tempo
si svolgono tra fumi d'incenso
attorno ad un altare di marmo
e un bambino di gesso .
Ma tu, Dio, dove sei ?
Non ti ho visto tra i ricchi
e neanche tra alberi luminosi
o nelle mani giunte
a pregare le nostre ansie
e a volere i nostri desideri .
Non ti ho visto tra i poveri
a mendicare un piatto di minestra
e neanche tra cartoni ammassati
a riparar dal freddo uomini senza casa .

Ti intravedo solo in me, o Dio,
quando aiuto un fratello
nella sofferenza della vita ...

27/12/2016

SOLITUDINE !

Solitudine, mi sei compagna
ogni giorno della vita,
fedele ad ogni attimo del tempo,
in fondo al mio animo .

Gli amici mi fanno ridere
del mondo, della vita e di te !
Ma tu sei sempre lì,
mi ricordi che, dopo, sarai con me ...

Ho trovato una donna diversa,
che mi avvolge, donandomi amore,
amante gentile del tempo passato,
ma lei non mi abbandona mai !

Solitudine,
stato perenne dell' animo mio !
Vorrei scomparire da te
nello splendore di Dio !

29/12/2016





<



   
[ la Solidarietà ][ il Sociale ][ la Fede][ Forum ][ Contatti ] Il blog Solidando ]