Vaticano: cosa c'entra con Gesù di Nazareth?- Appunti sui versetti di "Q" - Rosario Franza


 
Testi, conferenze, interviste  di :

  Alberto Maggi

- Clicca Qui

Carlo Maria Martini

- Clicca Qui

- Clicca Qui

Josè Maria Castillo

- Clicca Qui

Vito Mancuso 

- Clicca Qui

Enzo Bianchi

- Clicca Qui

Ortensio da Spinetoli

- Clicca Qui

Altri Autori e Testi completi in diversi formati

- Clicca Qui

Appunti di Rosario Franza

- Clicca Qui

La fonte Q

- Clicca Qui

Home Page

- Clicca Qui


"Questa maglia fitta di fili neri, di misteri e denaro, e rossi di sangue e morti misteriose, costituisce il più poderoso freno all’azione riformatrice di questo papa. Finché non ci si libererà di questi ricatti, di queste storie torbide mai chiarite, ogni pontificato sarà impedito nel cambiamento" G. Nuzzi

Non basta dire :<<Maestro, maestro>>

[46]Perché mi chiamate: Signore, signore e poi non fate ciò che dico? (Lc 6,46)

La casa costruita sulla roccia

[47]Chi viene a me e ascolta le mie parole e le mette in pratica, vi mostrerò a chi è simile: [48]è simile a un uomo che, costruendo una casa, ha scavato molto profondo e ha posto le fondamenta sopra la roccia. Venuta la piena, il fiume irruppe contro quella casa, ma non riuscì a smuoverla perché era costruita bene. [49]Chi invece ascolta e non mette in pratica, è simile a un uomo che ha costruito una casa sulla terra, senza fondamenta. Il fiume la investì e subito crollò; e la rovina di quella casa fu grande». (Lc 6,47-49)

Luca, pensando forse alle comunità paoline già perseguitate e alla loro debole reazione, introduce il versetto 46 . Non bastano cioè i riti e il riconoscere Gesù di Nazareth come Signore, ma occorre una forte convinzione ed un forte radicamento nello stile del Nazzareno.

Scrive nel suo commento Ortensio da Spinetoli:<<I riti, il culto non cambiano le situazioni nell’uomo, possono solo stimolare a cambiarle. Cristiano non è chi parla come Cristo, ma chi vive e opera come lui>> .

A tale indicazione mi permetto di aggiungere che i riti a cui si partecipa, la Santa Messa, così comunemente chiamata dalla Tradizione, non è un rito magico, ma dovrebbe essere un ritrovarsi della comunità per confermare nella eucarestia un impegno che deve svolgersi soprattutto fuori dalla chiesa, tra la gente, con bontà d’animo, con coraggio, forza e vigore .  

Sottolinea infatti fra Ortensio:<<Il cristiano deve aver raggiunto salde, profonde convinzioni, e soprattutto un serio impegno di vita per non vacillare davanti alle contrarietà, alle prove. Un cristianesimo fatto solo di belle parole o di bei gesti, di segni senza profonde radici nell’animo, e soprattutto senza azioni coerenti non resiste alle contraddizioni e avversità della vita>>.

Resiste invece, aggiungerei, un cristianesimo o meglio un cattolicesimo fatto di ruberie, soprusi e misfatti, come la pratica della pedofilia che riguarda almeno il 6% dei preti, perché organizzato come associazione di stampo delinquenziale che spesso, come evidenziano le inchieste di Gianluigi Nuzzi, resiste a qualsiasi tipo di pulizia avendo purtroppo solide fondamenta . Tanto che il libro di Nuzzi, “Peccato Originale”,  ha come sottotitolo:<<Conti segreti, verità nascoste, ricatti: Il blocco di potere che ostacola la rivoluzione di Francesco>>.

Ad essere sincero ho l’impressione che non siano le “cattive azioni” (tanto per utilizzare un eufemismo) di alcuni cardinali che ostacolano le riforme di papa Francesco, ma è il papato che risulta irriformabile ed i diversi papi buoni non sono che la foglia di fico del vero potere. Tanto che Nuzzi così conclude il suo libro:<<Questa maglia fitta di fili neri, di misteri e denaro, e rossi di sangue e morti misteriose, costituisce il più poderoso freno all’azione riformatrice di questo papa. Finché non ci si libererà di questi ricatti, di queste storie torbide mai chiarite, ogni pontificato sarà impedito nel cambiamento>>.

Mi domando: Tutto questo schifo cosa c’entra con Gesù di Nazareth ?


Nota:
Se vuoi essere informato sulle pubblicazioni di solidando.net  puoi iscriverti gratuitamente  alla newsletter del sito al seguente indirizzo : http://www.solidando.net/newsletter.htm
<



   
[ La Buona Parola ] [ Argomentando ] [ BibliotecAmica ] [ La fonte Q ] [ Home Page ]